Down-Menu*/ .nav li ul {position: absolute; padding: 20px 0; width: 300px;}

La sinergia dell’analisi dei dati e della qualità

Come BI e Six Sigma stanno trasformando le imprese

La sinergia dell'analisi dei dati e della qualità: Come BI e Six Sigma stanno trasformando le imprese

I metodi Six Sigma vengono utilizzati per ottimizzare i processi o migliorare la qualità del prodotto al fine di aumentare la soddisfazione del cliente. D’altra parte, il software di business intelligence viene utilizzato per analizzare i dati e ottenere importanti approfondimenti da essi. Ma cosa succede quando si combinano questi due approcci? Esploriamo la relazione simbiotica tra i metodi Six Sigma e l’analisi dei dati e spieghiamo come è possibile utilizzarli per ottimizzare le decisioni, migliorare i processi e aumentare le prestazioni aziendali.

I fondamenti di Six Sigma

La business intelligence consiste nell’analizzare e interpretare i dati per prendere decisioni informate. Puoi trovare una spiegazione dettagliata di cosa sia l’intelligence aziendale in questo post sul blog.
Six Sigma, d’altra parte, è un metodo sistematico per il miglioramento dei processi e la gestione della qualità che mira a ridurre il tasso di errore nei processi aziendali e migliorare la qualità dei prodotti o servizi. Il nome Six Sigma deriva dal controllo statistico della qualità e si riferisce al livello di maturità di un processo, il livello Sigma, che indica la percentuale di prodotti privi di errori. In un processo Six Sigma, statisticamente parlando, il 99,99966 percento di un milione di risultati dovrebbe essere privo di errori, o in altre parole: per ogni milione di possibili errori, possono verificarsi al massimo 3,4 errori. L’idea di base alla base di Six Sigma è che i clienti si aspettino che i fornitori garantiscano che i loro prodotti funzionino senza problemi e che il loro servizio sia rapido e affidabile. Di conseguenza, i fornitori dovrebbero effettivamente garantire il 100 percento di qualità. Tuttavia, poiché gli errori possono sempre verificarsi, il 100 percento è l’ideale a cui dovrebbero aspirare i metodi Six Sigma.

Il processo principale di Six Sigma

Six Sigma non consiste nel trovare e eliminare i prodotti difettosi, ma piuttosto nel trovare le cause degli errori ed eliminarli in modo permanente. Per raggiungere questo obiettivo, il metodo parte dai processi, dalle procedure o dalle attività di un’azienda per comprenderli e migliorarli continuamente. Indipendentemente da quanto siano già buoni i processi, Six Sigma assume che i processi possano sempre essere migliorati per aumentare l’efficienza, ridurre i costi o migliorare la qualità.
La base di Six Sigma è la metodologia DMAIC con le cinque fasi centrali del processo che vengono eseguite in ogni progetto Six Sigma e che forniscono un quadro sistematico per definire i problemi, raccogliere i dati, analizzare le cause, implementare le soluzioni e monitorare i risultati. Il termine sta quindi per:

  1. Definire: In questa fase vengono stabiliti gli obiettivi e vengono definite le esigenze dei clienti. Sulla base di questo, vengono determinati i parametri di misura e si sviluppa una chiara comprensione del processo attuale.
  2. Misurare: Nella fase di misurazione, vengono raccolti i dati e viene analizzata la performance attuale del processo. Di solito si utilizzano tecniche statistiche per questo.
  3. Analizzare: Nella fase di analisi, vengono identificate le cause degli errori o delle inefficienze del processo. Per questo scopo vengono utilizzati diagrammi causa-effetto o analisi ad albero delle cause, ad esempio. Sulla base dei risultati, vengono quindi stabilite le priorità per i miglioramenti potenziali.
  4. Migliorare: Le ottimizzazioni definite vengono introdotte nella successiva fase di miglioramento. Ciò significa che i processi vengono ridisegnati, i flussi di lavoro vengono adattati e vengono introdotte misure di controllo della qualità in questa fase.
  5. Controllare: La fase di controllo mira a garantire che i miglioramenti siano mantenuti nel tempo e producano i risultati desiderati. Pertanto, le ottimizzazioni vengono monitorate per garantire una qualità continua del processo.

Combinazione di Six Sigma e Business Intelligence

Dato che il processo Six Sigma si basa sulla misurazione, analisi e monitoraggio di indicatori definiti, è logico pensare che il software BI possa essere utilizzato in modo trasparente a questo scopo. La business intelligence può essere utilizzata non solo per monitorare gli indicatori chiave di performance in tempo reale per tracciare il progresso dei progetti Six Sigma, identificare difficoltà e intervenire tempestivamente. Il software BI può anche essere utilizzato per analizzare i dati aziendali al fine di identificare modelli o tendenze che indicano processi inefficienti o problemi di qualità. I metodi Six Sigma possono quindi essere applicati nel passo successivo per comprendere, quantificare e risolvere questi problemi. La BI può anche essere utilizzata per identificare rischi nei processi aziendali e adottare misure preventive. Analizzando i dati storici, è possibile sviluppare modelli predittivi per prevedere errori potenziali o problemi di qualità prima che si verifichino e pianificare contromisure appropriate. La BI può anche essere utilizzata per monitorare le catene di approvvigionamento, identificare colli di bottiglia e pianificare l’uso ottimale delle risorse. I metodi Six Sigma come l’ottimizzazione dei processi e la riduzione della variazione possono quindi contribuire a migliorare l’efficienza della catena di approvvigionamento e garantire la qualità dei prodotti o dei servizi.

Tuttavia, non solo la BI può essere utilizzata per i processi Six Sigma, ma Six Sigma può anche aiutare a migliorare le soluzioni di business intelligence, ad esempio utilizzando i processi Six Sigma come DMAIC per migliorare la qualità dei dati per i sistemi BI. Tale processo potrebbe apparire come segue:

  • Definire: I metodi Six Sigma vengono utilizzati per definire standard chiari e misurabili per la qualità dei dati. Questo include criteri come accuratezza, completezza, coerenza, tempestività e affidabilità dei dati.
  • Misurare: Applicando metodi statistici e metriche, le aziende possono quindi quantificare la qualità dei loro dati. Ciò può includere la frequenza con cui i dati sono incorretti, quanto velocemente vengono corretti gli errori e quanto bene i dati soddisfano le esigenze degli utenti.
  • Analisi: Utilizzando strumenti Six Sigma come diagrammi causa-effetto e analisi ad albero delle cause, le aziende possono identificare e comprendere le cause degli errori dei dati. Ciò può aiutare a scoprire problemi sistemici che portano a problemi di qualità dei dati.
  • Migliorare: Sulla base dei risultati dell’analisi delle cause principali, le aziende possono intraprendere azioni per correggere gli errori dei dati e prevenire errori futuri. Ciò può includere la revisione dei processi di immissione dei dati, il miglioramento delle regole di convalida o la formazione dei dipendenti.
  • Controllo: Six Sigma fornisce metodi per monitorare e controllare la qualità dei dati nel tempo. Ciò può includere l’implementazione di processi di controllo, audit regolari e l’istituzione di sistemi di allarme per rispondere tempestivamente a potenziali problemi di qualità dei dati.

Conclusione

La combinazione di metodi Six Sigma e software di business intelligence aiuta quindi non solo a prendere decisioni più precise nei processi Six Sigma e quindi ad ottimizzare i processi. Gli strumenti BI promuovono anche il monitoraggio e il controllo dei processi e il miglioramento continuo. Allo stesso tempo, l’applicazione dei metodi Six Sigma può aumentare la qualità dei dati valutati nel software BI.

Tuttavia, gli effetti di sinergia più importanti si verificano perché l’uso del software di business intelligence nei progetti Six Sigma consente anche di fare previsioni sugli errori o deviazioni dei processi futuri. In questo modo, i processi possono essere adattati preventivamente, mentre, senza gli strumenti BI, i processi possono essere solo analizzati retrospettivamente.
Il software di business intelligence myPARM BIact si integra perfettamente nei tuoi processi Six Sigma, facilitando l’analisi dei dati o degli indicatori chiave di performance rilevanti e la presa di decisioni. Inoltre, myPARM BIact ti consente di tradurre immediatamente le tue scoperte in misure e gestirle e monitorarle nello stesso sistema. È così che i tuoi progetti Six Sigma vengono implementati in modo efficiente e con successo.

Per saperne di più sul software di Business Intelligence myPARM BIact:

Volete provare​ myPARM BIact in una demo? Allora fissate subito un appuntamento con noi!

Your registration could not be saved. Please try again.
Your subscription was successful. Please check your mailbox and confirm your registration.
Newsletter
Subscribe to our monthly newsletter and stay informed about Parm AG products, news, trends in project management as well as offers and events.