Down-Menu*/ .nav li ul {position: absolute; padding: 20px 0; width: 300px;}

Come progettare una dashboard significativa?

Nozioni di base sulla progettazione e suggerimenti per la scelta dei grafici giusti

Come progettare una dashboard ottimale?

Quando possibile, le decisioni aziendali dovrebbero essere prese sulla base di dati significativi. Tuttavia, non è facile tracciare una panoramica di tabelle di dati estese e ricavarne informazioni approfondite. Per poter cogliere velocemente i dati, renderli facilmente comprensibili e condividerli con gli altri, ha quindi senso visualizzarli. Cruscotti chiari sono quindi una parte indispensabile della vita aziendale quotidiana. Le moderne soluzioni di business intelligence self-service, ad esempio, consentono di interrogare, analizzare e visualizzare i dati in dashboard personalizzate. Questi sistemi offrono un’ampia gamma di possibilità che possono essere combinate semplicemente con un clic del mouse. Tuttavia, ciò rende difficile decidere come dovrebbe apparire un dashboard significativo. Ma puoi ottenere il massimo beneficio solo con una dashboard ben progettata.

Come dovrebbe essere una dashboard?

Una dashboard ben progettata dovrebbe presentare allo spettatore tutti i dati importanti in un colpo solo e in modo facilmente comprensibile. Pertanto, dovrebbe contenere solo i dati necessari e illustrarli in modo chiaramente strutturato. Quando si progetta una dashboard, è possibile utilizzare i seguenti suggerimenti di base come guida:

1. Tieni a mente il pubblico di destinazione

Chiediti a quale pubblico target è rivolta la dashboard, a quali domande dovrebbe rispondere e quali dati sono necessari a tal fine. Ciò ti consentirà di identificare le informazioni e le metriche più importanti per il pubblico di destinazione e decidere come presentarle al meglio.

2. Limitare la quantità di informazioni

Spesso è difficile limitarsi a pochi dati rilevanti. Pertanto, i dashboard si sovraccaricano rapidamente di informazioni. Tuttavia, ciò impedisce allo spettatore di cogliere tutti i dati importanti a colpo d’occhio. Pertanto, tieni a mente il tuo pubblico di destinazione e scegli saggiamente i dati rilevanti.

3. Presentare i dati nel giusto contesto

Senza il giusto contesto, è difficile valutare i dati forniti. Pertanto, nella maggior parte dei casi ha senso fornire valori comparativi, ad es. i valori del periodo di tempo precedente, gli obiettivi fissati o i valori pianificati. Dovresti anche assicurarti di nominare chiaramente i diversi grafici nelle tue dashboard e di etichettare i loro assi in modo che ogni spettatore possa capirli.

4. Strutturare la dashboard

Per poter vedere tutti i dati importanti a colpo d’occhio, i dashboard dovrebbero essere progettati nel modo più semplice possibile e avere una buona struttura. Rappresentazioni eccessivamente complesse impediscono la rapida comprensione delle informazioni. Se invece i singoli elementi sulla dashboard sono posizionati correttamente, i dati possono essere colti rapidamente.
Il nostro consiglio: assicurati di posizionare le informazioni più importanti in alto a sinistra, in modo che siano visibili per prime. Per evidenziarli ulteriormente, puoi anche visualizzare i dati importanti in dimensioni maggiori. Dettagli e informazioni di base possono poi seguire più in basso. Inoltre, le informazioni correlate tra loro dovrebbero essere posizionate una accanto all’altra, se possibile.

5. Scegli i grafici giusti

La scelta dei giusti tipi di diagrammi è fondamentale per il valore informativo della tua dashboard. Pertanto, è innanzitutto importante capire quali informazioni devono essere trasmesse e quale tipo di diagramma è adatto a questo. Ciò ti consentirà di scegliere il tipo di grafico ottimale per i tuoi scopi.

6. Usa i colori con saggezza

I colori possono essere utilizzati anche per trasmettere informazioni senza parole, poiché possono evidenziare dati importanti o avere un effetto di segnalazione sulla dashboard, ad esempio quando si utilizzano i colori del semaforo per contrassegnare valori positivi (verde) o negativi (rosso). Tuttavia, questo effetto di segnalazione può causare confusione se applicato nel contesto sbagliato e si perde rapidamente se vengono utilizzate contemporaneamente molte tonalità sature. Pertanto, ha senso usare tali colori con parsimonia.
Il nostro consiglio: utilizzate solo due o tre colori che si ripetono nei singoli diagrammi. È quindi possibile rappresentare le informazioni correlate, ad esempio, con diverse sfumature di questi colori, in modo che siano facilmente riconoscibili. in questo modo otterrai un quadro complessivo armonioso. Inoltre, dovresti assicurarti che i diversi elementi della dashboard siano chiaramente delineati gli uni dagli altri per semplificare la panoramica.

7. Usa l’interattività

Gli elementi interattivi consentono a chi visualizza di fare clic per visualizzare ulteriori informazioni o dettagli mantenendo la chiarezza della dashboard. I drilldown, ad esempio, consentono di accedere ai dati in modo più dettagliato, mentre i filtri consentono al visualizzatore di concentrarsi su un sottoinsieme di dati. Utilizza queste opzioni con saggezza per fornire ai visualizzatori della tua dashboard esattamente le informazioni di cui hanno bisogno.

Come scegliere lo schema giusto

Il formato giusto per ciascuna visualizzazione dovrebbe essere scelto saggiamente per trasmettere esattamente le informazioni essenziali. Sono disponibili molte opzioni, a seconda che tu voglia mostrare una singola metrica, relazioni, distribuzioni, composizioni o confronti.

Selezione dei grafici per i cruscotti
  • Carte:

    Le carte mostrano una singola figura chiave. Possono essere utilizzati, ad esempio, per visualizzare rapidamente una panoramica dei diversi indicatori chiave di un progetto in tempo reale.

  • Mappe degli alberi:

    Le mappe ad albero o i grafici a riquadri mostrano parti di un intero come rettangoli, con la dimensione e il colore dei rettangoli a seconda dei valori dei dati. Ciò rende molto facile vedere i modelli.

Panoramica del CRM in myPARM BIact
  • Grafici a barre e a colonne:

    Questi grafici confrontano diversi elementi. In un grafico a barre le barre sono orizzontali, mentre in un grafico a colonne sono verticali. I grafici a barre vengono utilizzati soprattutto quando si devono effettuare etichette di dati lunghe o un confronto di più di 10 elementi, poiché in questi casi sono più chiari dei grafici a colonne. Inoltre, sono disponibili grafici a colonne e a barre in pila, che consentono di visualizzare non solo lo sviluppo dei dati in un periodo di tempo, ma anche la loro composizione contemporaneamente.

  • Grafico a linee:

    I grafici a linee mostrano principalmente tendenze o cambiamenti in un periodo di tempo. Possono anche mostrare le relazioni all’interno dei set di dati o un confronto tra diversi set di dati tra loro mostrando diversi set di dati in un grafico o combinandoli con un altro tipo di grafico, ad es. un grafico a colonne.

  • Grafici ad area:

    I grafici ad area sono simili ai grafici a linee. Tuttavia, l’area fino agli assi del diagramma viene riempita. Se si sovrappongono i diagrammi delle aree, è possibile vedere, ad esempio, non solo l’andamento dei singoli valori nel tempo, ma anche la percentuale del valore totale nell’altezza del diagramma.

Produttività per unità organizzativa e dipendente in myPARM BIact
  • Grafici a dispersione:

    I grafici a dispersione o i grafici a dispersione mostrano le correlazioni tra due variabili, anche se non sono lineari. Ciò semplifica l’identificazione di tendenze e valori anomali.

  • Grafici a bolle:

    I grafici a bolle sono una variante dei grafici a dispersione in cui la dimensione delle bolle può essere utilizzata per mostrare un’altra variabile aggiuntiva.

CRM - Panoramica della redditività e della vita dei ricavi in myPARM BIact
  • Mappe:

    Le mappe possono essere utilizzate per visualizzare i dati dipendenti dalle posizioni. Ad esempio, gli spettatori possono vedere rapidamente dove è necessario intraprendere un’azione guardando una mappa con aree colorate diverse.

Fatturato per paese in myPARM BIact
  • Grafici a torta:

    I grafici a torta mostrano parti di un intero come segmenti e vengono quindi utilizzati quando si deve mostrare la composizione di una variabile in un determinato momento.

  • Indicatori:

    Gli indicatori sono ideali per mostrare un singolo valore in relazione a un valore totale o di riferimento, come un target. Una scala colorata e un ago indicatore rendono questo tipo di visualizzazione rapida e intuitiva da comprendere.

  • Tabelle:

    Le tabelle possono anche essere una parte importante della tua dashboard, ad esempio se i singoli visualizzatori del gruppo target della tua dashboard devono vedere valori diversi o se desideri mostrare determinate aree in dettaglio. Tuttavia, la panoramica non è così semplice e veloce come altre opzioni di visualizzazione.

Panoramica degli avvisi di vendita in myPARM BIact
  • Combinazioni:

    È anche possibile utilizzare combinazioni di diversi tipi di grafici, ad esempio grafici ad area, grafici a barre o grafici a colonne combinati con un grafico a linee. In questo modo è possibile visualizzare diversi tipi di valori in un grafico.

Conclusione

Per creare una dashboard efficace e significativa è necessario seguire alcune regole di base. Dovrebbe essere semplice, non sovraccarico di informazioni, adattato al gruppo target, facile da capire e strutturato in modo chiaro. Se ti assicuri anche di utilizzare il grafico ottimale per i tuoi scopi, le informazioni essenziali raggiungeranno lo spettatore a colpo d’occhio.
Vorresti iniziare subito a progettare le tue dashboard? Allora prova la soluzione di business intelligence myPARM BIact. Saremo lieti di supportarvi anche nella creazione delle vostre dashboard.

Erfahren Sie mehr über die Business Intelligence Software myPARM BIact:

Sie möchten myPARM BIact in einer Demo-vorführung kennenlernen? Allora fissate subito un appuntamento con noi!

Your registration could not be saved. Please try again.
Your subscription was successful. Please check your mailbox and confirm your registration.
Newsletter
Subscribe to our monthly newsletter and stay informed about Parm AG products, news, trends in project management as well as offers and events.